Sviluppo Software

sviluppo software

Sviluppiamo e personalizziamo i nostri software a seconda delle tue esigenze.

L’ottica di RTC è di predisporre un servizio a 360° e seguire il cliente che ha delle esigenze di strutture informatiche complesse anche nella personalizzazione di software proprietari.

Una squadra di sviluppatori lavora presso la sede di Verona dove vengono sviluppate soluzioni specifiche per Aziende. Con il nostro team di sviluppo, ci proponiamo di supportare la realizzazione di progetti software, sia in ambito web, sia client/server che mobile.

Il modello operativo adottato viene definito in base alle specifiche esigenze, configurandosi come semplice potenziamento del team del Cliente o, all’estremo opposto, come sviluppo “chiavi in mano” dell’intera soluzione. Dalle tecnologie open source a quelle proprietarie, copriamo un ampio spettro di competenze, utilizzando linguaggi di programmazione PHP, .NET, Pyton, Java, Flash, C++, Delphi e database Oracle, SQL, MySQL, PostgreSql.

  • Metodologia

    Per il supporto delle attività di sviluppo software RTC dispone di un’infrastruttura dedicata basata su cluster VMware in alta affidabilità nel quale opera una gerarchia di sistemi che per ogni progetto in corso prevede i seguenti livelli

    • Sistema di sviluppo individuale: ogni sviluppatore dispone di un sistema dedicato, configurato in maniera coerente con le specifiche e le esigenze di progetto, sul quale sviluppare e testare le sezioni assegnate.
    • Sistema di consolidamento di progetto: i moduli testati con successo al livello precedente vendono periodicamente consolidati su un unico sistema, anch’esso  configurato in maniera coerente con le specifiche e le esigenze di progetto, avente lo scopo di consolidare gli sviluppi necessari per il rilascio di un gruppo coerente di funzionalità da avviare alla fase di test.
    • Sistema di test: le modifiche consolidate secondo i criteri su espressi vengono “congelate” su un server ove è possibile procedere alla fase di test funzionale. In questa fase è possibile “pubblicare” in modo sicuro il sistema onde consentire al committente, qualora richiesto, di partecipare al test funzionale da remoto
    • Ambiente di semi effettivo: raggiunta la fine progetto o, nei casi previsti, una fase di rilascio intermedia, viene allestito un ambiente che simuli, per quanto possibile, le condizioni reali di funzionamento; questa fase, che coinvolge necessariamente il committente, è funzionale al collaudo della soluzione.
  • Sviluppo

    La metodologia di sviluppo adottata all’interno di RTC è in modalità ASD (Agile Software Development) ovvero viene utilizzato un approccio focalizzato sull’obiettivo di consegnare al cliente, in tempi brevi e frequentemente, software funzionante e di qualità.

    Questa metodologia permette una continua revisione da parte del cliente delle funzionalità in sviluppo, agevolando eventuali modifiche o integrazioni a seconda delle necessità del cliente stesso. Brevemente si possono riassumere i vantaggi di questa metodologia di project management:

    • Ci si focalizza sugli individui partecipanti al progetto e sulla loro interazione piuttosto che sui processi e gli strumenti;
    • Si basa sulla collaborazione con il cliente piuttosto che sulla negoziazione di un contratto;
    • Offre una buona risposta ai cambiamenti piuttosto che limitarsi a seguire i piani;
    • Si pongono le basi per facilitare, grazie ad una overview del progetto, una corretta gestione della manutenzione evolutiva.
  • Analisi

    L’attivazione di una licenza di un applicativo integrabile con altri Database necessita di un approfondita analisi preliminare nonché un coordinamento tra le parti coinvolte ed una gestione di progetto che sia coerente con l’espletamento dei requisiti e nel rispetto dei tempi di consegna.

    Le attività preliminari di pianificazione hanno un valore molto importante sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista operativo.Il nostro approccio allo sviluppo segue delle linee guida rigidamente concordate.

    Il WBS (Work Breakdown Scheme) rappresenta lo scheletro su cui elaborare i piani di roll-out ed include le procedure per gestire tutte le attività sia sistemistiche che architetturali necessarie a generare un’applicativo stabile ed upgradabile nel tempo.

  • Manutenzione evolutiva

    La Manutenzione Evolutiva di software (MEV), attraverso l’introduzione di nuove funzioni, o la modifica di funzioni pre-esistenti, nell’ambito di software ad hoc già sviluppato ha un aspetto rilevante nelle fasi progettuali iniziali.

    Definire gli ambiti operativi futuri, ove possibile, anche in fase di assessment iniziale permette al nostro team di sviluppo di impostare delle funzionalità aperte in modo da rendere più agevoli in caso di ulteriori richieste di sviluppo le fasi integrative richieste dal cliente.

    La manutenzione evolutiva spesso scaturisce da tre fondamentali aspetti:

    • Necessità di realizzare interventi che consentano all’applicativo di avvalersi dei continui mutamenti tecnologici e di sfruttarne al meglio le potenzialità
    • Migliorare l’applicativo in termini di prestazioni, usabilità e affidabilità
    • Modificare l’applicativo a seguito di evoluzioni normative ed/o organizzative

Vuoi saperne di più?

1 + 3 = ?